Ricette per tutti
 La cucina del web !!!

 Martedì 17 ottobre 2017

 

antipasti primi sceondi contorni dolci frutta

 

 

    DOSSIER >> LE PRUGNE

Prugne o susine ?

La prugna è un frutto originario del Medio Oriente ma più in particolare dell'Asia Orientale. E' chiamata anche susina ed è un frutto soprattutto estivo (da giugno a settembre) ma essiccato viene usato per il consumo invernale. Oltre che essere coltivato cresce anche spontaneamente ed è presente in numerosissime varietà tra le quali:

  • Italia: ovale, buccia rosso-gialla, polpa gialla e dolce

  • Regina Claudia: rotonda, buccia e polpa verde-chiaro, molto succosa

  • Goccia d'Oro: piccola, morbida, buccia e polpa gialla, zuccherina

  • Regina Vittoria: ovale, buccia rossiccia, polpa gialla e succosa

  • Santa Rosa: buccia e polpa rossa molto profumata, con sapore che assomiglia alla banana o al moscato

  • Prugna Nera: ovale, buccia blu, polpa scura. Di questa categoria fanno parte la Stanley e la California che sono più grandi e destinate all'essiccazione

  • Mirabella: tondeggiante, polpa gialla, più acquosa di altre varietà, dolce e con buccia acidula

Tutti questi tipi si possono dividere principalmente in due gruppi:

  • Susine euroasiatiche: che hanno il nocciolo che si stacca della polpa e si trovano da giugno a settembre (es. "Prugna nera")

  • Susine cinogiapponesi: che si trovano solo da giugno a luglio (es. "Goccia d'oro")

Le prugne contengono Vitamina A, B, C, ferro, calcio, magnesio, potassio, fosforo, nichel, sodio, manganese, acidi organici, mucillagini e fibre. Ogni 100 grammi di prugne contengono 42 kcalorie.

In cucina i frutti maturi vengono impiegati in marmellate a sciroppi, oltre che per grappe aromatiche.

Alcuni consigli!

Se si desidera mangiare prugne dolci e saporite si deve fare attenzione all'acquisto. Una prugna non ancora matura è aspra, mentre quelle troppo mature sono troppo molli con polpa acquosa e insapore.

Inoltre le prugne non sopportano una lunga conservazione.

Attenzione a non mangiare il nocciolo che contiene acido cianidrico che è velenoso.

Prugna secca

Deriva, come abbiamo già detto, dalla Prugna Nera ed in particolare dalle qualità California o Stanley che sono le più grandi.

In cucina si possono consumare così come si comprano, cotte in acqua e zucchero o utilizzarle in torte e perché no anche in qualche secondo piatto.

Per 100 grammi di prugne secche

  Calorie   Ferro     (mg)

Calcio (mg.)

Fosforo (mg.)

Sodio (mg.)

Potassio  (mg)
Prugne 162 3,9 59 85 8 824

 

 

Torna su

 

Home

 

Home page