Ricette per tutti
 La cucina del web !!!

 Domenica 19 novembre 2017

 

antipasti primi sceondi contorni dolci frutta

 

 

     DOSSIER >> LE MELANZANE

 

VIOLA, NERA, LUNGA O TONDA... LA MELANZANA !!!

Il suo nome deriva dall'arabo "Badingian" preceduto dalla parola "Mela" che nel Medioevo si aggiungeva sempre davanti ai nomi di frutta o verdura originari dall'Oriente. La melanzana è una verdura estiva che fa parte della famiglia delle solanacee ed è originaria della Cina ed India, in Italia arrivò solo nel 1300 diventando subito uno degli alimenti più usati soprattutto al Sud dove nei periodi di carestia era addirittura la sostituta della bistecca. In alcuni Paesi invece la melanzana non veniva nemmeno usata perché c'era chi pensava che inducesse alla pazzia.

La melanzana può essere lunga (più piccante) o tondeggiante (più dolce, delicata e carnosa), con buccia di color prugna tendente al nero e polpa bianchissima; ce ne sono diverse varietà tra cui la Violetta Lunga e la Mostruosa (rotonda e molto grande).

E' ricca di potassio, di fibre, di betacarotene (precursore della vitamina A) e contiene anche antociani che le danno il classico colore viola. Molte di queste proprietà sono contenute nella buccia che per questo non va mai eliminata. Inoltre ha tante proprietà importanti: è un antinfiammatorio, è depurativa e diuretica perché contiene molta acqua.

Ha numerosi utilizzi a tavola. Ad esempio in Turchia la cucinano in mille modi e in Calabria addirittura viene cucinata anche con pinoli e cioccolato. E' un alimento che si abbina a tanti cibi: pasta, riso, carne, pesce, uova, formaggi... e può essere fritta, stufata, farcita, gratinata o conservata per l'inverno. Prima di cucinarla basta sempre togliere tutta l'acqua di vegetazione che contiene perché questa la renderebbe più amara e per fare ciò basta tagliare la melanzana a seconda di come la si vuole cuocere (per la lunghezza, per la larghezza, a dadini o scavate per farcirle), lasciarla un paio d'ore in uno scolapasta cosparsa con sale fino e poi strizzarla un po'.

Ah, un ultimo suggerimento!!! La melanzana va acquistata fresca cioè con buccia tesa e lucida, picciolo aderente e senza macchie; si conserva 4 giorni circa in luogo fresco, mentre in frigo un po' più a lungo.

 

 

   

Home

 

 

Home page