Ricette per tutti
 La cucina del web !!!

 Martedì 12 dicembre 2017

 

antipasti primi sceondi contorni dolci frutta

 

 

      DOSSIER >> FRUTTI DI BOSCO

 

Piccoli ma preziosi: i frutti di bosco!!!

Con questo nome vengono raggruppati i frutti a bacca che nascono spontanei nei boschi: lamponi, mirtilli, more, ribes e fragoline di bosco.

Sono ricchi di vitamina C, di sostanze antiossidanti per mantenere giovane il corpo e di antociani che gli conferiscono il caratteristico colore che va dal rosso rubino al nero splendente.

I frutti di bosco sono apprezzati da soli al naturale a fine pasto o come ingrediente per dolci (crostate, meringhe...), nei gelati, con succo di limone, con miele o conditi con aceto balsamico... Possono anche venire cotti in marmellate o salse oppure conservati sotto grappa, moscato...

Ma adesso vediamone in dettaglio le caratteristiche.

MORE

Il rovo, la pianta da cui si raccoglie soprattutto in estate, è presente in tutti i i boschi del Nord Europa, ma la si trova anche in alcune nostre campagne, basta fare attenzione a non raccogliere i frutti vicino alle strade trafficate perché potrebbero essere inquinati dagli scarichi.

E' un frutto di colore rosso che maturando diventa nero; è ricco di zuccheri, vitamina B1, A, C, tannino, potassio, calcio, fosforo, manganese, pectine, acidi organici e antociani che regolano l'intestino. 

In cucina le more vengono usate per confetture, gelatine, salse dolci, sciroppi, sorbetti, gelati... Vanno consumate entro poco tempo dalla raccolta o dall'acquisto, in cui bisogna scegliere frutti neri e sodi, perché sono estremamente delicate. Le more apportano solo 31 Kcalorie per 100 grammi.

 

 

FRAGOLINE DI BOSCO

Tra le varietà di fragole selvatiche la più comune è quella detta "fragola di bosco" che produce frutti dalla primavera all'autunno. Sono piccole, dolci e profumatissime e per questo devono essere lavate poco per non far perdere l'aroma.

 

 

LAMPONE

Frutto nordico che nasce da un cespuglio tipico delle regioni fredde emontane dell'Europa del Nord e Asia. In Italia si trova in montagna allo stato selvatico o coltivato. Viene raccolto all'inizio dell'estate ed è simile ad una mora rossa, ma più conico e con un profumo intenso e gradevole; ne esiste anche una varietà di colore bianco-giallognola.

Il lampone contiene vitamina come negli agrumi ed è ricco di sali minerali, vitamina A, C, calcio, ferro, fosforo, acidi organici, pectine, tannino e zuccheri costituiti per la maggior parte da levulosio (zucchero buono)... Un consiglio: questi frutti vanno consumati in fretta e lavati delicatamente perché si deteriorano facilmente.

I lamponi apportano solo 35 kcalorie per 100 grammi.

MIRTILLO

La pianta del mirtillo è un arbusto conosciuto fin dall'antichità che vive spontaneamente in montagna e si raccoglie soprattutto in estate.

Ne esistono di vari tipi:

  • mirtillo nero che ha piccole bacche succose, un po' aspre, ma più dolci e profumate del mirtillo rosso; si mangia al naturale o mescolato a zucchero, vino o panna.

  • mirtillo rosso viene usato per crostate o per salse per condire la selvaggina.

  • mirtillo blu gigante che viene di solito coltivato, ma si deve fare attenzione perché allo stato selvatico ne esiste uno blu simile a questo che può essere confuso con quello nero ma è più tossico.

Il mirtillo contiene vitamina A, B3, C, acidi organici, tannino, potassio, fosforo, calcio, sodio, ferro, pectine, mirtillina (sostanza battericida) e antociani che fanno aumentare l'elasticità capillare e aguzzano la vista.

Nella nostra cucina viene mangiato come frutta o usato in pasticceria per confetture, gelatine, sorbetti, gelati; mentre nelle regioni nordiche è usato come contorno, in marmellate anche da accompagnare alla selvaggina. I mirtilli apportano solo 40 kcalorie per 100 grammi.

RIBES

Il ribes nasce da un piccolo arbusto montano soprattutto nell'Europa del nord-orientale e Asia settentrionale.

Ne esistono due varietà:

  • il ribes comune o ribes rosso, che è il più apprezzato, matura in estate e ha frutti a grappoli con acini rossi o bianchi contenenti numerosi semini.

  • il ribes di monte o ribes nero che ha frutti neri con polpa rossa, dolce e aromatica; nella sua buccia sono contenute delle sostanze che regolano l'intestino. Dal ribes nero inoltre si ricava un liquore il Cassis.

Il ribes, in generale, ha sapore acidulo anche se contiene zuccheri, acido ascorbico, acido malico, albumina, pectina, vitamina A, C, fosforo, calcio, potassio, ferro, mucillagini e betacarotene. Per la presenza degli acidi organici stimola l'appetito e per la presenza di antociani combatte i radicali liberi; inoltre se viene mangiato prima del pasto stimola la digestione. Il ribes, come le fragole e le ciliegie, è più ricco che mai di elementi nutritivi e povero di residui chimici, inoltre ha 4 volte più vitamina C delle fragole e ne è una delle fonti più ricche in assoluto.

Il ribes apporta solo 37 kcalorie per 100 grammi, ma anche 77 gr. d'acqua, 28 calorie, 6,6 gr. di zuccheri, 200 mg. di vitamina C, 60 mg. di calcio e 370 mg. di potassio.

 

 

 

 

Torna su

 

Home

 

Home page