Ricette per tutti
 La cucina del web !!!

 Domenica 19 novembre 2017

 

antipasti primi sceondi contorni dolci frutta

 

 

     DOSSIER >> I cachi

 

E' il frutto arancio di una pianta di origine asiatica che proviene soprattutto dalla Cina e dal Giappone, ma oggi è largamente coltivato anche in Europa e in America. Erroneamente viene chiamato CACO, ma il suo nome vero è CACHI o KAKI anche se si parla di un solo frutto.

 E' un frutto che possiamo definire "biologico" perché la pianta vive e produce i suoi frutti senza bisogno di nessun trattamento antiparassitario. Viene raccolto tra ottobre e novembre quando diventa giallognolo ma non è commestibile subito perché ancora acerbo, deve essere lasciato maturare staccato dalla pianta e, possibilmente tra due mele, fino a che non diventi di un vivace color arancione. Se i frutti vengono comprati, per sceglierli al meglio, basta guardare bene la buccia che deve essere di un forte color arancio, tesa, lucida, senza spaccature, morbido ma non troppo perché tende a spappolarsi.

Ne esistono una cinquantina di tipi e tra le diverse qualità possiamo ricordare il VANIGLIA che è dolcissimo, con semi all'interno e molto pregiato. Le altre varietà di solito non contengono semi.

Il cachi è ricco di proteine vegetali e zuccheri ma contiene anche vitamina A, C, K, B1, B2, fosforo, potassio, calcio, ferro e fibre. Per quanto riguarda le calorie 100 grammi di polpa contengono 65 kcalorie.

In cucina non si presta a molte lavorazioni perché ha polpa troppo morbida, filamentosa e gelatinosa, ma viene usato soprattutto nella pasticceria o anche per fare degli squisiti gelati.

 

 

Torna su

 

Home

 

Home page