Ricette per tutti
 La cucina del web !!!

 Mercoledì 26 aprile 2017

 

antipasti primi sceondi contorni dolci frutta

 

 

     DOSSIER >> I GIALLI IN TAVOLA: NESPOLE, PESCHE E ALBICOCCHE

 

Il tipico colore dell'estate è il giallo ed è anche il tipico colore della frutta estiva. Il suo colore è dovuto dai caroteni in essa contenuti e la frutta ideale per arricchirsi di questi elementi sono le nespole, le pesche e le albicocche. 

Il più conosciuto della famiglia dei caroteni è il betacarotene, che è un precursore della vitamina A, ma anche tanti altri caroteni hanno numerose azioni antiossidanti e potenziano le funzioni di argine nei confronti dei radicali liberi che fanno arrugginire le nostre cellule. I frutti che abbiamo elencato prima sono frutti a basso valore energetico e contengono solo 28 calorie per ogni etto; quindi si possono mangiare senza troppi problemi anche per chi è a dieta. Ma andiamoli a vedere più dettagliatamente.

NESPOLE

Il frutto della nespola ha un intenso color giallo-arancio ed è ricco di tannini, sostanza ad azione antiossidante che tendono ad asciugare la bocca e più il frutto è acerbo più è maggiore la quantità di tannini che provoca un effetto astringente sull'intestino. Al contrario nel frutto maturo i tannini si trasformano e il frutto diventa lassativo. La nespola contiene anche ottime quantità di acido formico, acetico(che provoca il gusto acidulo) e di fibra alimentare solubile che distende le pareti dello stomaco riempiendolo d'acqua per un maggiore senso di sazietà e quindi migliora la regolarità di questa funzione. E' ricca di potassio e magnesio, caroteni che la rendono un frutto consigliato a chi fa attività fisica per ore (camminate, ciclismo...) e che quindi hanno bisogno di recuperare acqua, sali minerali e antiossidanti; però se ne consiglia di mangiarne non più di 8.

PESCHE

Nella categoria di questo frutto c'è sempre stata una lotta tra pesche a polpa gialla e pesche a polpa bianca. Le pesche gialle sono più ricche di caroteni, potassio e zuccheri; quelle a polpa bianca hanno un effetto più lassativo. La pesca è un frutto che ha più potere dissetante dell'altra frutta che tratteremo perché contiene una grande percentuale d'acqua e ha una presenza di acido citrico. Il suo delicato profumo proviene dalla sua buccia e quindi chi la mangia con la pelle sente più l'essenza del vero frutto e del suo sapore. Attenzione però alla buccia! La pesca essendo molto delicata viene sottoposta a trattamenti fitoterapici intensi che, purtroppo, vengono assorbiti; quindi chi vuole mangiarla con la buccia deve lavarla molto bene. 

Esiste anche un'altra varietà di pesche, le pesche noci che non hanno l'effetto vellutato sulla buccia. Contengono gli stessi principi delle altre ma sono meno profumate. La pesca va consumata fresca oppure ci si possono preparare delle ottime marmellate. 

ALBICOCCHE

L'albicocca è uno dei frutti più ricco di caroteni ed in modo particolare il betacarotene. E' un frutto prezioso grazie alla sua buona dose di antiossidanti, provitamine e sali minerali quali il potassio e magnesio. Ha azione astringente ma apporta un'ottima quantità di fibra alimentare; chi soffre di calcoli renali però non si deve abbuffare di questo frutto perché contiene una sostanza che li "costruisce". 

In cucina l'albicocca oltre ad essere mangiata fresca, viene utilizzata anche come ingrediente speciale per la preparazione del gelato o della marmellata.

 

VALORI NUTRIZIONALI  Per 100 gr.

  Calorie (n.) Acqua (gr.) Zuccheri (gr.) Fibre (gr.) Potassio (mg.) Calcio (mg.) Caroteni (ng.)
 Nespole 28 85 6 2,1 250 16 170
 Albicocche 28 86 7 1,5 320 16 360
 Pesche 27 90 6 1,6 260 4 27

 

 

Torna su

 

Home

 

Home page